Novità in vista per la detrazione fiscale delle spese assicurative nella Dichiarazione dei redditi 2018, come previsto dall’approvazione dell’ultima Legge di Bilancio.

La normativa tributaria prevede la possibilità di detrarre tutti quegli oneri sostenuti dal contribuente nel corso dell’esercizio fiscale 2017 in sede di presentazione del 730 o dell’Unico.

Le spese assicurative oggetto di detrazione sono tutte quelle somme che sono sostenute dal contribuente a titolo di premio assicurativo: la Legge di Bilancio 2018 riconosce una detrazione pari al 19% fino ad un tetto massimo di spesa pari a 1.291,14 euro per le assicurazioni con rischio autosufficienza e di 530 euro per le polizze sulla vita ed infortuni al conducente.

Si ricorda che a partire dall’anno 2014 ad oggi non è più possibile detrarre dal 730 o dall’Unico l’assicurazione auto (contributo al SSN). Tra le novità introdotte a partire dal corrente anno fiscale, come sancito dalla Legge di Bilancio 2018, vi è la possibilità di detrarre i premi delle polizze assicurative contro il rischio di eventi calamitosi stipulati sulla casa.

Vediamo in questa guida la normativa fiscale in materia di detrazione dei premi assicurativi, come sancito e disciplinato con l’approvazione della Legge di Bilancio 2018.

Detrazione premi assicurativi polizze contro il rischio di eventi calamitosi

Con l’approvazione della Legge di Bilancio 2018 sono state introdotte novità interessanti in materia di detrazioni fiscali dei premi assicurativi che sono sostenuti e pagati da tutti i contribuenti che sottoscrivono una polizza contro il rischio di eventi calamitosi.

In particolare, è stata introdotta una detrazione Irpef del 19% relativa ai premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulate relativamente a unità immobiliari ad uso abitativo.

Nel testo normativo approvato dalla Legge di Bilancio 2018 i commi 768-770 recitano:

All’articolo 15, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, dopo la lettera f) è inserita la seguente: “f-bis) i premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulate relativamente a unità immobiliari ad uso abitativo. Nella tabella allegato C, annessa alla legge 29 ottobre 1961, n. 1216, è aggiunto, in fine, il seguente articolo: Assicurazioni contro gli eventi calamitosi | 11-bis | Assicurazioni contro i danni derivanti da eventi calamitosi di qualunque specie relativamente a unità immobiliari ad uso abitativo. Le disposizioni di cui ai commi 768 e 769 si applicano esclusivamente per le polizze stipulate a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge”.

Detrazione premi assicurativi polizze rischio morte o invalidità permanente

Con l’approvazione della Legge di Stabilità 2018 è possibile beneficiare della detrazione dei premi versati per le coperture assicurative aventi come oggetto il rischio di morte o invalidità permanente, come disciplinato all’interno dell’art. 15, comma 1, lettera f), del T.U.I.R.

In sede di presentazione del 730 o dell’UNICO i soggetti contribuenti possono detrarre le spese assicurazione rischio premorienza o invalidità permanente non inferiore al 5%, per i contratti stipulati a partire dal 2001 in poi nel limite massimo di detrazione 530 euro.

Inoltre, la stata riconfermata dalla Legge di Bilancio 2018 la possibilità di detrarre i premi versati per le polizze assicurative contro il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana, nel limite massimo di 1.291,14 Euro.

Detrazione Spese assicurazione: documenti da presentare

In sede di dichiarazione dei redditi occorre presentare i seguenti documenti:

  • Contratto d’assicurazione che deve contenere i dati anagrafici del contraente e assicurato, la tipologia del contratto e la sua decorrenza, gli importi fiscalmente rilevanti ai fini della detrazione fiscale.
  • Ricevuta dell’avvenuto pagamento del premio assicurativo versato.

Ai fini della detraibilità delle spese relative ai premi assicurativi, conta la data di pagamento del premio e non la scadenza del contratto: è possibile portare a detrazione dei premi nel 2018 in sede di presentazione della dichiarazione redditi solo se il pagamento è avvenuto dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017.

Per i premi assicurativi pagati a partire dal primo gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2018, la detrazione fiscale spettante spetta in sede di dichiarazione reddituale 2019. Occorre prestare la dovuta attenzione alla data riportata sulle ricevute di pagamento dei premi versati.

 

Per ulteriori informazioni contattaci per richiedere una Consulenza Professionale Personalizzata indirizzo email: redazioneinfofiscale@gmail.com